Forum

-Quello che rimane- *cit. A. Biasci  


Master Hunter
Post: 61
(@giorton)
Registrato: 10 anni fa
Buongiorno a tutti, signori. 
Chiaramente passano gli anni e il cambiamento che avviene richiede aggiornamenti continui, quindi il mio nick che era - Giorton - cambia (RTSS della prima ora, ho frequentato il corso col mitico trio di docenti: Biasci, Evangelista, Gruzza), allora credevo che avrei fatto il trainer di lavoro.
Mi fa felice ritrovare questo sito in una nuova veste, pronto a concedere l' occasione di incontro tra storici appassionati e nuovi incontri.
Ma soprattutto mi interrogo sulle vicende umane che nasconde dentro di se... mi viene in mente uno scritto di Biasci, di un po' di tempo fa:
Per me personalmente è cambiato tantissimo da allora, numerose vicende, tante avventure, alcune prove che mi hanno messo in ginocchio, mi hanno portato a sconvolgere la mia visione dell' allenamento più e più volte.
Sarei veramente felice se, in risposta a questo post, la "Vecchia Guardia" si facesse viva, per battere un colpo!
Intanto, auguro a tutti voi, Buon Allenamento!
1 Risposta
zalex5
Post: 225
(@zalex5)
Registrato: 11 anni fa

Ciao Master Hunter/Giorton,

ottimo topic 🙂 Effettivamente è passato un po' di tempo da quando tutto questo è iniziato: se non sbaglio il progetto RawTraining ha preso forma intorno al 2007, anche se ci allenavamo già in giro per i parchi da qualche anno.... quindi diciamo che è una quindicina d'anni che siamo in giro.

Credo che per tutti siano cambiate un sacco di cose. Le persone che fanno parte ancora del cuore del progetto RawTraining erano presenti anche più di dieci anni fa...anche se qualcuna l'abbiamo inevitabilmente persa nel corso della vita.

Quelli che ci sono ancora, si sono sposati, hanno avuto figli, hanno affrontato drammi e hanno combattuto come tutti le proprie battaglie.

Io non faccio eccezione (a parte per i figli :). 

Quello che posso dire è che una cosa che non è cambiata e che ancora ci lega è proprio la nostra passione per l'allenamento, per la sfida continua contro il limite.

Il gioco nel tempo si è sempre fatto più duro per via degli impegni, della famiglia, degli infortuni e di mille altri ostacoli che rendono la sfida sempre più ardua. Mi viene in mente il "motto" che apre la certificazione RTSS e che Paolo ha ripubblicato oggi su Facebook, "Adattati o muori".

E' proprio così, nella vita funziona come nell'allenamento, imparare ad adattarsi è fondamentale per ottenere sempre il massimo possibile ... nell'allenamento è il corpo che reagisce agli stimoli, nella vita è la tua forza di volontà che deve spingerti oltre il limite 🙂

Buon allenamento

Rispondi
Condividi: