Cali-Raw-Sthenics

di Jacopo Arienti

osservatore

Jacopo Arienti, RawTraining Strength Master Coach. Tra i fondatori del gruppo di allenamento "7th block calisthenics", coach di gymnastics per il Clean Cut Competitor Program(CCCP) per cross Atletes. Mosso dalla convinzione che l'attività fisica è prima di tutto sperimentazione diret-ta, alla costante ricerca di sfide in ambito sportivo che possano ampliare il proprio baga-glio motorio, attualmente impegnato come agonista di lotta olimpica stile libero e grap-pling. Libero pensatore e inevitabilmente Rawer.

6 commenti
deadboy dice:

Gran bell’articolo, complimenti. Questo e quello scritto da Alberto Giuliani qualche settimana fa sono due delle cose migliori pubblicate da RawTraining negli ultimi mesi. 🙂

Non mi dispiacerebbe leggere qualcosa di più su come vi siete evoluti come rawer nel corso del tempo e il vostro approccio odierno all’allenamento fisico. Perché inevitabilmente l’aumentare dell’età, gli impegni personali e anche l’inizio di un’attività agonistica, come nel tuo caso, vi hanno costretto a fare dei cambiamenti. Sarebbe una lettura molto interessante.

Ti ringrazio molto e son contento tu abbia apprezzato l’articolo.
Devo ammettere che la tua idea è veramente buona (dal mio punto di vista).
Penso che non tarderà molto, forse è proprio l’articolo che cerco di scrivere da tempo ma che ancora non avevo idea di come come nascere

* far
È scappato l’invio prima del previsto .

swarovski dice:

@deadboy
grazie per i complimenti, fa sempre piacere sapere di aver scritto qualcosa di utile ed interessante.
Posso riassumerti brevemente la mia evoluzione, se non mi fossi scassato tutto fra rugby e motocross, aggiungendoci anche snowboard e mountainbike adesso dopo diversi anni di allenamento con i ginnasti probabilmente sarei un supersayan di quarto stadio… haha!!
Comunque, sciocchezze a parte, magari lo tengo presente come futuro spunto. Grazie. 😉

deadboy dice:

Prego, prego. I complimenti sono meritati. 🙂
Poi vabbè, uno ha barato usando le foto di Morandi per tirare su gli ascolti e l’altro ha chiamato Caterpillar il Lombrico per farlo sembrare più figo. Ma possiamo passarci sopra. 😀

tyler dice:

Ottimo articolo!!!

Lascia un commento