Il valore di una schiena (alta) forte

di Bill Starr

BillStarr
BillStarr

Bill Starr è l'autore di “The strongest shall survive: strength training for football” e “Defying gravity”. Già agonista di sollevamento pesi e powerlifting, nel 1966 divenne editore assistente di Strength and Health Magazine. È stato strength coach dei Baltimore Colts e degli Houston Oilers. Ha lavorato al’Università delle Hawaii, del Maryland e alla Johns Hopkins. Scrive per Milo e Iron Man magazine.

12 commenti
Visione dice:

Bell’articolo anche se sinceramente parla di un buon principio anche se pecca d’anatomia e fisiologia. Allenare la schiena è fondamentale e sicuramente è la parte più importante che abbiamo assieme alle gambe. Ora però non allenare la schiena è impossibile se si eseguono gli esercizi in forma corretta. Ironpaolo l’ha spiegato in diversi suoi post , per esempio come si attiva la schiena nella panca.
La prima cosa da chiarire è che i muscoli della schiena (gran dorsale) un esempio, non sono antagonisti del petto ma agonisti. Per esempio nelle trazioni lavora sia il gran dorsale che il gran pettorale.
http://kettlebellifting.blogspot.com/2009/10/anatomia-che-passione.html
Nella panca i romboidi lavorano tantissimo per tenere la scapola, se non si attivassero i PL farebbero la metà dei carichi e si infortunerebbero le spalle ogni due per tre.
Nella scapola si inserisco 17 muscoli:
Deltoide
Trapezio
Sopraspinoso
Elevatore della scapola
Piccolo romboide
Grande romboide
Sottospinato
Gran dorsale (non in tutte le persone)
Grande rotodo
Piccolo rotondo
Tricipite brachiale
Dentato anteriore
Omo-joideo
Piccolo pettorale
Bicipite brachiale
Coraco brachiale
Sottoscapolare
Se si muove si attivano TUTTI. in fisiologia non si parla di agonisti/ antagonisti -contrazione-allungamento ma parliamo di CO-ATTIVAZIONE , CO-CONTRAZIONE.
Il muscolo ha sempre una funzione attiva anche quando si allunga con una contrazione eccentrica per esempio.
Il trapezio è un muscolo che lavora SEMPRE, panca, trazioni, press. Per esempio nelle alzate laterali non si attiva dopo i 90 gradi come dicono la maggior parte degli istruttori o delle riviste. Ma lavora appena si sposta l’omero, visto che abbiamo il ritmo scapoloomerale e ogni due gradi di movimento dell’omero si muove d’un grado la scapola, tratto da testi di fisioterapia con elettromiografie alla mano.
Tutto questo per dire cosa?
Che se allenate IN MODO CORRETTO i grandi esercizi: slancio, strappo, panca, stacco, ecc difficilmente , a meno che non avete scompensi accentuati dati da altro, avrete problemi di squilibrio muscolare, soprattutto per la parte posteriore del tronco. Perchè il corpo è più intelligente di noi e quando lavora in un grande gesto tecnico non sta a vedere con cosa lavorare ma UTILIZZA TUTTO e tutto il corpo viene reclutato.

Finisco dicendo che poi di solito si dedicano periodi lontani dal periodo agonistico per valutare possibili squilibri muscolari da aggiustare , oppure nelle settimane di scarico si mette il focus su esercizi di compenso.

bubugaz bubugaz dice:

Un bell’ articolo solo mi sfugge un attimo il perchè abbia cominciato decantando l’ importanza (giustamente peraltro) di avere una schiena alta forte e continuato spiegando lo strappo e lo slancio.

giopon dice:

Mi permetto di precisare: i dorsali IN CERTI MOVIMENTI E ASSUMENDO CERTE POSTURE sono agonisti dei pettorali, in altri movimenti e posture diventano antagonisti… D’accordo con la co-contrazione e con “l’intelligenza” del corpo, ma se fosse tutto vero e banale non servirebbero disquisizioni su come fare l’esercizio… così in realtà non è…

jackoilrain dice:

Invece io vorrei chiedervi,semmai qualcuno lo sapesse,se questi esercizi possano essere considerati, coem si dice in temrini di Bbuilding, “sbloccanti”, o fondamentali per fare il “salto” di qualità.
Ovvero: ci sono miriadi di persone che si allenano per avere un aspetto fisico da Bber,ma basta interrompere per poco tempo l’allenamento e tornano coem prima,con anche qualche svantaggio tendineo.
Alcuni atleti invece rimangono sempre tonici con un aspetto roccioso,anche non facendo nulla di che per lunghi periodi.E’ solo genetica?Oppure c’entrano questi tipi di allenamenti prestazionali?

giopon dice:

Senz’altro… roberto Colli mi riportava una ricerca per cui i BBers avevano una produzione ottima di gh e bassa di testosterone, al contrario di pesisti e velocisti. Il mio primo sospetto è il doping (anche se gli altri non sono verginellli), ma secondo lui (e Bosco) era dovuto all’allenamento sempre con movimenti lenti. consigliava quindi di inserire periodi di allenamento esplosivo.
Personalmente da quando ho inserito allenamenti di questo tipo sono cresciuto… e quello ormai non era l’obiettivo. Da qui la mia simpatia per metodi tipo westside.
In tutti gli atleti che seguo vedo che il metodo funziona, quindi inserisco sempre qualcosa di esplosivo, tipo jump squat o girata, ma va bene anche gli scatti con e senza il prowler o i semplici salti con o senza giubbotto zavorrato. Comunque… genetica rules…

Biris Biris dice:

…già genetica rules..
ma anche allenarsi rispettando fisiologia e biomeccanica muscolare diventa interessante. I muscoli possono solo contrarsi..resta però da definire come!!
Es. Quadricipite: estensore della gamba sulla coscia e con il retto femorale concorre alla flessione della coscia sul bacino, perfetto! Quotidianamente però questo muscolo si contrae in eccentrica sotto carico, frena la caduta del corpo durante il passo e in concentrica estendendo la gamba sulla coscia durante la fase di oscillazione (senza carico). Questo potrebbe aiutarci a riflettere su come allenarci, perchè se è vero che facendo leg extension magari il quadricipite diventa grossissimo, fortissimo e chi più ne ha più ne metta, è verosimile che smettendo di eseguire l’esercizio questo perderà quasi tutto il risultato raggiunto

Biris Biris dice:

perchè non è stato stimolato nella “direzione” della sua funzionalità!
Se alleniamo i muscoli nella direzione del loro tipo di contrazione principale parleremo la loro stessa lingua.. e probabilmente i risultati permarranno più a lungo…oltre a essere migliori! 😉

Biris Biris dice:

@bubugaz
Penso lo abbia fatto perchè i carichi che si utilizzano con questi esercizi sono molto maggiori di quelli utilizzabili per quel solo distretto muscolare…e quindi anche se “solo di passaggio” il lavoro muscolare e il reclutamento risultano elevati!!

bubugaz bubugaz dice:

Giusto Biris, non ci avevo pensato. Diciamo che leggendo il titolo pensavo suggerisse qualche lavoro specifico per la zona.

A J dice:

Biris se nomini di nuovo la leg ex ti stacco le braccine e ti meno con quelle :). So che facevi solo un esempio, ma quando vedo che c’è gente che fa ancora quell’attrezzo…. devo guardare da un’altra parte….
a suo tempo ci siamo divertiti all’Università in Fisica e biomeccanica del corpo umano con i carichi pesanti sul LE …. le forze di taglio a carico dei crociati sono spaventose, in più in quel preciso movimento a catena cinetica aperta tutta la porzione antagonista dei femorali è inibita…. ma piace tanto sentire il muscolo che brucia andando in ipossia… mmm…. 😉

Biris Biris dice:

hehehehe ok AJ prometto che non lo faccio più 😉
Ah, l’esempio della leg era voluto proprio per invitare a evitarlo…cercando di non essere diretto, anche perché può essere opportuno che si sprimenti prima di fare o non fare in senso assolutistico solo perché lo dice il Super Sayan PT di 1000° livello!
Cmq, Grande AJ 😉 ….e leg extension via!!!!

Lascia un commento