Forum

In palla perchè non...
 

In palla perchè non riesco a mangiare tanto!


ernesto
Post: 16
Topic starter
(@ernesto)
Registrato: 6 anni fa

Ciao a tutti

faccio movimento da sempre: corsa, free climbing, bici, trekking.
Da 4 anni mi alleno con i pesi e a corpo libero, da 1 anno ho orientato decisamente il mio allenamento verso il funzionale (io vorrei dire calisthenic ma ho 36 anni e ancora non so fare manco un muscle up).

Alto 1 75, peso tra i 64 e i 66, costantemente magro, con i muscoletti tutti in vista e con una pancetta permanente (irrisoria, ma sintomatica di qualche errore).

Mi fermo a ragionare e mi rendo conto che sono da sempre in ipocalorica. Per anni ho assunto 1700/1800kcal al massimo durante i giorni feriali, incurante della quota proteica. La domenica mangiavo qualunque cosa si presentasse davanti ai miei occhi, meglio se con zucchero, burro o fritto. Tipo 5000kcal di immondizia.

Da alcuni mesi ho deciso di fare il serio, ho stimato il mio fabbisogno calorico e proteico. Si parla di 2800-3000kcal al giorno di cui 150g di prot. A parte l'enorme difficoltà, per me che ho la colite, ingerire tutta questa quantità, il problema è anche di tipo aritmetico:

- se ad ogni pasto si assimilano 30g di prot, e tra un pasto e l'altro devono passare 2,5/3 ore, quanto spesso e quanto tanto dovrei mangiare??!! Per me due o tre panini al giorno, più la pasta, sono un'infinità oltre che una piccola tortura.
Per me un modo nuovo di approcciarmi all'alimentazione, ma ho riscontrato un limite di forza e performance oltre il quale, credo, non riesco ad andare se non mangio di più.

Grazie per ogni consiglio!

7 risposte
UnoQualunque
Post: 376
(@unoqualunque)
Registrato: 11 anni fa

Ciao .

Non so se ho ben capito ciò che chiedi .

....Per me un modo nuovo di approcciarmi all'alimentazione, ma!

ho riscontrato un limite di forza e performance oltre il quale, credo, non riesco ad andare se non mangio di più.

La forza è una capacità che si sviluppa con l'allenamento non con il cibo .

Rispondi
Mahem
Post: 47
(@mahem)
Registrato: 11 anni fa

La forza si sviluppa con l'allenamento, è vero, ma se non mangi abbastanza (sia in termini quantitativi che qualitativi) non renderai mai al massimo e anche l'allenamento produrrà meno risultati.
Io non conterei tanto le calorie, quanto cercherei di avere un apporto bilanciato e costante di nutrienti nell'arco della giornata. Questa non è una regola aurea, ma può essere un punto di partenza per capire se il nodo è quello o meno.
Prova a suddividere la tua alimentazione quotidiana in 5 pasti (un classico), tre principali e due spuntini. In ciascuno di questi mangia proteine e carboidrati, evitando le schifezze e gli zuccheri. Cerca alimenti facilmente digeribili se vuoi evitare di arrivare al pasto successivo con ancora quello precedente sullo stomaco.
Naturalmente gli spuntini (metà mattina e metà pomeriggio) saranno più piccoli rispetto a colazione, pranzo e cena.
Prova e vedi come va (almeno un paio di settimane).

Rispondi
UnoQualunque
Post: 376
(@unoqualunque)
Registrato: 11 anni fa

Ciao Mahem

Andare alla ricerca, di quello che non va nell'allenamento, di ciò che non produce l'allenamento, di ciò che non riusciamo a raggiungere - attraverso l'alimentazione non serve a niente .
se mangiare di più e meglio producesse più forza - gli atleti avrebbero scoperto il segreto del successo .
Non esiste che mangiare di più ti porta a raggiungere migliori risultati .

Se fosse vero ciò che tu dici . sarebbe corretto affermare che !
Gli sportivi che devono tenere sotto controllo il peso - perché nel loro sport devono rientrare nella categoria di peso! sarebbero tutti sotto allenati .

oh potremmo ipotizzare che queste mini atlete fanno colazione pranzo e cena
con bistecca alla fiorentina .

https://www.youtube.com/watch?v=dqb13L30PFQ

https://www.youtube.com/watch?v=W9J61y1WBV4&list=PLA742DD8966A2A924&index=55

Rispondi
Mahem
Post: 47
(@mahem)
Registrato: 11 anni fa

Non sono d'accordo. Se fosse come dici tu la performance, a parità di altri fattori, sarebbe indipendente dall'alimentazione e ciò, sempre a mio giudizio, è molto lontano dalla verità. Io considero l'alimentazione una parte determinante del successo di un atleta e la mia esperienza in tal senso supporta la mia convinzione.
Ad ogni modo la cosa migliore da fare è provare. Basta provare prima un metodo e poi l'altro, quello che da i risultati migliori è quello che funziona (su di te).

Rispondi
UnoQualunque
Post: 376
(@unoqualunque)
Registrato: 11 anni fa

Ciao Mahem

mi spiace che tu non sia d'accordo. ma il ragionamento che tu mi porti . è fuori senso logico.

Ciao Buon Allenamento

Rispondi
ernesto
Post: 16
Topic starter
(@ernesto)
Registrato: 6 anni fa

ragazzi, grazie mille.

Se mangio poco e mi alleno vado in deficit, se vado in deficit il corpo prende dai muscoli, se prende dai muscoli ne avrò di meno, se ne avrò di meno avrò meno strumenti di forza e performance.

Questo è assodato. Il punto è che non so mangiare oltre un certo limite di quantità, credo che quando sono sazissimo non sono neppure in normocalorica.

Valuterò i consigli, tratterò con la colitè, migliorerò l'allenamento!

Rispondi
UnoQualunque
Post: 376
(@unoqualunque)
Registrato: 11 anni fa

Ciao ernesto

L'unica cosa che è assodata, è che stai facendo un errore di causa effetto.

Ciao

Rispondi
Mahem
Post: 47
(@mahem)
Registrato: 11 anni fa

Intervengo per l'ultima volta in questa discussione, senza polemica.
Di assodato qui c'è solo il problema di Ernesto, il resto sono le opinioni di unoqualunque e mia. Ripeto, sono punti di vista diversi e per quanto uno di noi possa essere convinto che il suo sia quello giusto, restano opinioni e non fatti assodati. Stiamo parlando di questioni che sono difficilmente misurabili, nelle quali le variabili in gioco sono molteplici ed è quindi molto difficile giudicare i rapporti causa-effetto. Specialmente a distanza, senza sapere nulla o quasi del soggetto in questione.
Io ho il mio approccio alla nutrizione e resto convinto di quanto ho detto nei miei post precedenti, ma non pretendo di essere l'unico depositario della verità assoluta e quindi ti consiglio di provare strade diverse in modo da trovare quella giusta.

Rispondi
Condividi: