Come progredire efficacemente negli esercizi a corpo libero

di Alex Zinchenko

azinchenko
azinchenko

Alex Zinchenko è un personal trainer specializzato nell'allenamento della forza. E' proprietario e fondatore del sito RoughStrength.com, un'ottima fonte di informazioni riguardante il fitness, spesso presentate anche con l'obiettivo di promuovere uno stile di allenamento che si discosta dal mondo delle palestre e dagli schemi "classici".

15 commenti
swarovski dice:

temo di essere prevenuto, ma l’articolo e ancor di piu’ l’autore non mi sono piaciuti.
e’ sempre facile parlare raccattando pezzi in giro usando il lavoro e le abilita’ di altri, forse in ukraina sono in pochi ad aver un approccio ragionato e tutti si improvvisano al parco cosi’ che le sue parole suonano come novita’ assolute. Ma c’e’ una differenza siderale tra il riportare la propria esperienza ed il voler invece assurgere con libera autoproclamazione al ruolo di guru!
peccato che sul suo sito lui sia fotografato solo su elementi base-base raggiungibili pressoche da tutti in 6 mesi ed invece per tutto il resto abbia preso le solite foto in rete, l’unico suo video di una tenuta e’ di una verticale bella arcata, idem per l’unica foto di un backlever magari tenuto per un nanosecondo…
finche’ non vedo un suo video di una planche unita accettabile per me tutti i suoi discernimenti su di essa valgono 0.
credo la meta’ dei post sul calisthenics in questo forum dicano cose piu’ interessanti.
Per dirla all’inglese, visto che lui scrive in inglese:
man, if you want to talk the talk you either walk the walk or shut the f#@k up!

per chi non lo conoscesse gia’, ecco l’articolo originale di 3 anni fa a cui si e’ “liberamente” ispirato…
[url=httpwww.eatmoveimprove.com/2010/03/the-fundamentals-of-bodyweight-strength-training/]steven low[/url]

giannino giannino dice:

Bravo Swarovski, mi associo al commento.
Leggendo l’articolo mi sono sono sorte molte perplessità. Guardando il suo sito ho avuto la conferma!
Spero si accettino le critiche, anche per salvaguardare Rawtraining, preservandolo dalle solite trovate di autori simil-commerciali.

zalex5 dice:

Certo che le critiche sono ben accette 🙂 …anzi, spesso le migliori discussioni sono nate da articoli non troppo felici. Purtroppo non è sempre facile trovare pezzi di qualità

A proposito … ribadisco che se volete suggerirci dei pezzi che giudicate validi e degni di essere tradotti vi basta segnalarci il link (noi siamo sempre alla ricerca di articoli di valore … una mano non può che farci piacere 😉 )

giannino giannino dice:

Una precisazione: se siamo diventati così critici ed esigenti è colpa di Rawtraining! Questo sito ci ha abituati troppo bene!

Azusasusi Azusasusi dice:

Grazie a questo articolo ho scoperto questo sito, lo condividerò perché l’ho trovato interessante per chi è alle prime armi come me., non capisco il motivo di bistrattare in questo modo l’articolo che ha solo il fine di divulgazione. E’ troppo comodo stroncare con questo atteggiamento da maestri, fate girare le vs idee senza barricarvi dietro pregiudizi che possono risultare antipatici per chi legge. Vamos

swarovski dice:

forse non hai colto il significato della critica.
ti sembra giusto che uno si professi (tra l’altro con superbia) di poter insegnare nel corpo libero quando di suo non sa fare nulla e non puo’ neanche dire di aver anni di esperienza nell’allenare ginnasti? da dove dovrebbero quindi arrivare le sue presunte competenze se non dall’aver messo insieme pezzi di conoscenze altrui raccattate in giro?
meno male che la prima cosa che trovi sul suo sito e’ questa:
If you are interested, I have 3 fundamental rules:

1.Never teach what you haven’t done or have little expertise at.
2.Practice what you preach.
3.Share the knowledge.

ma poi e’ lui stesso il primo a disattenderli.
Avesse parlato della verticale probabilmente sarei stato zitto visto che su youtube c’e’ un suo video di questa, ma si sa, tutti sono attratti verso il calisthenics perche’ vogliono fare la planche…

parlo perche’ almeno sono anni che ci sbatto il muso su ste cose, ho scritto alcuni articoli per rawtraining che sono stati utili a molti e se si parla di qualcosa che non so fare sto zitto e ascolto e la mia esperienza a fianco di molti ginnasti di pressoche’ tutti i livelli me la sto facendo, mi sto specializzando. Non ho un sito dove dico di poter insegnare a tutti come diventare piu’ forti utilizzando sandbag e kettlebell (che non servono per sviluppare forza massimale a dirla tutta, vai ad un workshop di andrea per averne la conferma se vuoi),
qui su RT trovi diversi articoli genuini ed interessanti sul calistenichs a cui ho sempre fatto le lodi. Frequento questo sito da anni e questa e’ stata una delle poche occasioni in cui mi sono espresso negativamente verso qualche autore/articolo.

benvenuto su rawtraining!

canotta dice:

[quote]ti sembra giusto che uno si professi (tra l’altro con superbia) di poter insegnare nel corpo libero quando di suo non sa fare nulla e non puo’ neanche dire di aver anni di esperienza nell’allenare ginnasti? da dove dovrebbero quindi arrivare le sue presunte competenze se non dall’aver messo insieme pezzi di conoscenze altrui raccattate in giro?[/quote]

Quoto straquoto e sottoscrivo, c’è in giro troppa gente che parla e basta!!!!

deadboy dice:

Ahahah. 😀

@Azusasusi
Quantomeno avresti dovuto prenderti la briga di dare uno sguardo più approfodito al forum prima di rimproverare gli altri. Allora avresti capito le critiche. Chi le ha mosse sa il fatto suo.
E in ogni caso è successo molte altre volte che un articolo pubblicato in bacheca sia stato criticato dagli utenti. Non è una cosa nuova qui. 🙂
Di solito succede quando l’autore dice troppo poco, o dice cose errate o controverse, o perfette stronzate. E ci mancherebbe altro che non fosse così. Abituati.
Gli articoli sono messi lì per stimolare una conversazione, oltre che per uno scopo divulgativo.

giannino giannino dice:

@Azusasusi.
Le mie critiche nascono dall’esperienza personale. Mi alleno da quando avevo 19 anni, ora ne ho 51. Dopo 32 anni di allenamento, pur non ritenendomi in grado di insegnare alcunchè, sono convinto di capire quando leggo una banalità.
Se tu, come dici, sei alle prime armi, ti suggerisco di provare a leggere un articolo su rawtraining di Swarovski, questo ad esempio:
[url]http://www.rawtraining.eu/lavori-specifici/la-forza-agli-anelli/[/url]
oppure di Ado Gruzza, tipo questo:
[url]http://www.rawtraining.eu/metodi-e-programmazione/l-approccio-realistico-all-allenamento-della-forza-nell-atleta-natural/[/url]
A questo punto i casi sono due: o noti una profonda differenza rispetto all’articolo di cui stiamo discutendo oppure no. In quest’ultimo caso sei veramente alle primissime armi; continua allora ad informarti e, soprattutto, ad allenarti, vedrai che fra un pò noterai le differenze.

giannino giannino dice:

Poi, può darsi, che sia io a non capire. Ad esempio, dopo aver letto questo articolo dal sito in questione:
[url]http://roughstrength.com/worst-enemy/[/url]
Cosa hai imparato? Quali conoscenze tecniche hai incontrato?
Oppure stiamo parlando di pisicologia? Anche in questo caso, allora, meglio consultare articoli più specifici sulla psicologia, perchè penso sia una materia da trattare in modo non così superficiale.

Bomb Jack dice:

Comunque io trovo interessante che sia catalogate in un unico articolo tutte le possibili varanti con cui si può progredire nell’allenamento degli es calistenici, di cui, secondo me, il più interessante (mi era proprio capitato da poco di scoprirlo da solo su forum di BtGB) è il mechanical advantage set/rep: è davvero ingegnoso, continua ad indurre nuovo stimolo allenante in una situazione in cui altrimenti si stallerebbe, è di relativa semplice implementazione ed introduce un po’ di pepe alla sessione, un po’ come una routine-monade.

Inoltre, comunque, l’articolo ha il vantaggio di dare un succinto vademecum su una questione in particolare nell’allenamento calistenico in un unico articolo indirizzato.

My two cents.

Bomb Jack dice:

*siano

Bomb Jack dice:

P.S. (Zalex, piuttosto che “concretezza”, a “consistency” io metterei “costanza” 😉 )

zalex5 dice:

🙂 bella Bomb Jack … questo non l’ho tradotto io … ma riferisco 😉

Bomb Jack dice:

Ok, great! 😉

Lascia un commento