Allenamento con la corda

di Ross Enamait

renamait
renamait

Ross Enamait è un atleta e un allenatore innovativo, il cui stile d'allenamento è tra i più intensi che tu possa trovare. Ross è totalmente impegnato nella promozione dell'allenamento per il condizionamento e lo sviluppo della forza funzionale. È autore di diversi manuali d'allenamento e ha scritto programmi d'allenamento per atleti di ogni parte del mondo. Questo è il suo sito web ufficiale.

11 commenti
eujil10 dice:

Sono anni che non mi alleno con la corda…ora ho ritrovato qualche stimolo interessante per ricominciare! 😉
Interessante soprattutto quando si integra l’esercizio alla corda con altri esercizi a corpo libero!

Sherden dice:

Mai trovato attività per cui son più negato, forse il calcio… Roba che il mio record son venti salti di fila! Ahahahah Sarà ora che impari, giusto per scaldarmi prima dell’allenamento!

Silver dice:

La corda è uno strumento meraviglioso, semplicemente da riscoprire, da un pò anche io ci sto dedicando 10′ al giorno, ci vuole pazienza ma son sicuro che verrà ripagata tutta!

eujil10 dice:

Domanda:
si potrebbe fare una correlazione tra allenamento con la corda e corsa?
Nel senso,si potrebbe fare un confronto tra i due tipi di allenamento?Ci sono punti in comune?

Ermenegildo Ermenegildo dice:

dipende molto dal tipo di corsa,
si usa per variare un pò le andature o per riscaldare le caviglie, a volte ci facevano fare i giri di campo saltando con la corda, è un buon metodo per dare senso del ritmo al corridore e in quest ottica l’ho vista usare mentre di fanno gli ostacoli bassi, uno dei problemi degli ostacoli è imparare a mantenere il ritmo giusto durante tutta la gara, anche se non sò con quali risultati.
Chiaramente è tutto lavoro accessorio ,nemmeno complementare, che tende a sparire molto bruscamente all’ avvicinarsi delle gare.

@eujil10: saltare la corda è utilissimo per migliorare la nostra capacità di propriocezione (qui intesa come coscienza del grado di escursione articolare e del livello di tensione muscolo-tendinea) di tutto l’arto inferiore, cosa fondamentale nella corsa atletica; tant’è vero che alla facoltà di scienze motorie le prime lezioni di atletica il mio professore le dedicò in grandissima parte a farci apprendere l’uso della corda come strumento funzionale per l’atletica leggera.

eujil10 dice:

Grazie Ermenegildo e KiichiMyazawa,molto interessanti entrambi i commenti!

jackDK jackDK dice:

innanzututto ringrazio per aver tradotto l’articolo, che ho trovato molto interessante. poi avevo una domanda: avevo intenzione di iniziare ad allenarmi con la corda, ma potrei usare solo il garage che ha il pavimento in cemento. siccome nell’articolo si consiglia l’uso di una piastrella gommata, mi chiedevo se qualcuno potesse consigiarmi un prodotto che può fare al caso mio, magari on line. io come piastrella gommata conosco solo quelle da usare per le cadute tipo judo, o al massimo come materassina per la pratica del karate. si intende quelle?
grazie a presto
jack

rawdavide dice:

Jack: potresti comprare i tatami da Decathlon (4 pezzi per 16-20 euro più o meno), oppure io ho trovato un negozio vicino a casa mia che vende solo gomma e ho preso un rotolo di gomma dura, e tagliando secondo necessità lo uso per riporre i dischi di ghisa e come “piastrella” per saltare la corda!

jackDK jackDK dice:

ti ringrazio per la risposta davide, credo che opterò per i tatami della Decathlon, a meno non trovo nemmeno usato, anche perchè sto seriamente pensando di mettere un sacco
ciao a presto jack

marcus dice:

gran bell’articolo, adoro il salto con la corda, ultimamente la uso in un tabata da 20″ con 10″ di recupero per 8 volte (classico tabata da 4 minuti).
Ancora però devo perfezionare la tecnica!
Complimenti ancora, e sottolineo attenzione a chi comincia su pavimenti rigidi, che poi son dolori!

Lascia un commento