«Rawer, alzati e cammina!»

di Giancarlo Tagliabue

2 commenti
Babalawo dice:

Bene, adesso mi rileggo l’articolo e domani mi metto subito all’opera. Al posto dei kettle userò i manubri, perché nella mia palestra non ci sono i primi ma ci sono i secondi con presa fat e rotanti (così se cado mi trasformo in un carrello).
Domenica o a Rimini vi riempirò di domande.

Artik dice:

Bell’articolo spiegato con molta cura! a parer mio è uno di quei movimenti che vedendolo nel video… viene da dire “na cazzata che ci vuole” ma in realtà……. è abbastanza impegnativo e faticoso…. lo proverò senz’altro! complimenti!

Lascia un commento